IN BREVE...

E' imbarazzante nonché restrittivo "presentarsi" in poche righe, soprattutto quando tocca a noi stessi farlo.
Ci proverò.
Il mio nome anagrafico completo è Luigi Massimo Alessandro Russo, detto "Gigio".
Sono nato attorno alle ore 19 del 31 gennaio 1967 ad Ancona, Acquario con ascendente tra Leone e Vergine.
Sono quasi morto attorno alle ore 24 del 28 luglio del 1984 all' Aspio di Ancona, a causa di un grave incidente automobilistico nel quale ho riportato una lesione del midollo spinale a carico delle vertebre cervicali (C4/C6), con conseguente paralisi sensitivo-motoria dei quattro arti.
Sono "rinato" pochi giorni dopo, nel reparto neurochirurgico dell'ospedale "Borgo Trento" di Verona, grazie ad un intervento di riallineamento e mobilizzazione del rachide cervicale eseguito dal dottor Franco Faccioli con la equipe del professor Albino Bricolo.
Rinato non significa tornato in piedi, piuttosto il ritrovarsi al mondo in un corpo che, pur essendo il mio, non rispondeva e non avrebbe più risposto alla mia volontà, per oltre 3/4 della sua estensione.
E quindi ecco due "Gigio" differenti, due esperienze di vita unite e separate allo stesso tempo.
Mi rendo conto, mentre scrivo, della pesantezza dell'argomento e chiedo scusa alle anime sensibili che si imbatteranno per la prima volta in questa pagina; ma per me, il tutto rappresenta un'assoluta normalità, ormai metabolizzata e ritengo che sia fondamentale venirne a conoscenza per chi entra nel "mio mondo".
Detto questo, passiamo ad argomenti più piacevoli: le mie passioni ed i miei interessi.
Prima fra tutte la musica; ascoltarla, comprenderla, suonarla e averne fatto un motivo di vita.
La chitarra, l'impianto stereofonico, la batteria, le tastiere, il basso elettrico, il canto, la registrazione, la produzione e l'editaggio via computer sono, in un'ordine temporale e assolutamente generico, alcuni dei poli principali dei miei rapporti passati, presenti e futuri con il mondo musicale.
Mi piace da sempre la meccanica, il funzionamento delle cose, capire perché, e aprire le scatole chiuse.
Il disegno, con predilezione verso il tratto semplice e la caricatura.
La pesca sportiva.
I rapporti sociali, appassionati, possibilmente a due, preferibilmente con individui del sesso opposto.
La televisione, la radio, e l'aspetto umano e tecnologico che le caratterizza.
I gatti piuttosto che i cani come animali da casa.
Il cinema, gli horror anni '30/60, Hollywood, i musical, la commedia all'italiana, il trash, il cinema francese.
Il cibo, quello che piace a me (pane, pasta, pizza, formaggi e verdure), l'importante è gustarlo con calma.
Le riviste erotico-fotografiche come Playboy e Penthouse degli anni d'oro '70 & '80.
Dormire. Adoro dormire e sogno molto... il sogno è un'ottimo compagno di vita e specchio del mio inconscio, che fortunatamente, grazie al mio modo di essere e al tantissimo tempo dedicato giocoforza a pensare, conosco molto bene.
L'amore come motore di tutto, io vivo grazie all'amore di chi mi sta attorno e credo che le cose fatte senza sentimento non abbiano senso, anche le più stupide.
Ho due genitori (Luciano e Alida), due gatti (Tommy e Lou Lou), ed un fratello musico, Alessandro (scopritelo su http://www.myspace.com/slokmusic).
Moltissime le conoscenze, molte amicizie, alcuni grandi, grandissimi amici.
Le mie giornate, mai noiose, assomigliano un po' a "Tempi Moderni" di Chaplin come sequenzialità di eventi inderogabili (orari, igiene, cibo...) e questo va un po' contro la natura indipendente del mio carattere... ma d'altronde non ne posso fare a meno, perciò mi sono perfettamente adeguato ai ritmi.
Sto scrivendo senza un ordine logico, me ne rendo conto... ma ditemi voi che cos'è la logica?
Perciò mi fermo qui, sperando di aver dipinto un'immagine sufficientemente visibile di me stesso.

A presto, rinnoverò.

Gigio 25/05/2001 (rev. 07/2009)
 

p.s. - e-mail/msn: gigio@gigiorusso.com

p.p.s. - io a 21 anni...ehhh...beata gioventù qui

Altre Immagini QUI

Alcuni vecchi pensieri QUA